La migliore delle vite? Per David de Juan Marcos potrebbe essere la tua

Un inizio delicato, l’atmosfera romantica di un settembre a Cambridge, una bicicletta “quasi esausta” per girovagare tra le stradine.
Inizia così La migliore delle vite, romanzo di formazione di David de Juan Marcos, ed è subito magia: si respira il fascino dei college, “stemmi sulle giacche, caffè e pasticcini”, un clima di attesa da inizio anno. Continua a leggere La migliore delle vite? Per David de Juan Marcos potrebbe essere la tua

Love kaputt

La storia di Maurizio Marullo si dipana quasi tutta all’ombra del Vesuvio: qui cresce e, dopo una parentesi in giro per l’Italia, qui torna a vivere, poco dopo i quarant’anni. In mezzo, una fiumana di appuntamenti e relazioni senza impegno. È invece a casa che Marullo incontra Elena, la donna della sua vita, o così pare: l’intesa sessuale tra i due è massima, nel giro di qualche mese sono sposati. Pochi anni dopo, però, Elena comincia a cambiare. Fino al tragico epilogo: Elena si suicida nell’ospedale in cui lavora. Continua a leggere Love kaputt

“Le parole che avrei dedicato a mia madre”: Michela Marzano presenta “L’amore che mi resta”

«Con Volevo essere una farfalla ho scritto il libro che io avrei voluto leggere quando lottavo col mio corpo», spiega Michela Marzano, a Taranto per presentare il suo ultimo libro. Si è salvata, ma «mi sono sempre chiesta cosa sarebbe successo a mia madre se fossi morta. Questo libro contiene le parole che avrei voluto farle leggere». Continua a leggere “Le parole che avrei dedicato a mia madre”: Michela Marzano presenta “L’amore che mi resta”

La Francia in chiaroscuro: “I selvaggi”, di Sabri Louatah

La prima parte de “I selvaggi”, saga in quattro volumi di Sabri Louatah, arriva in Italia. Pubblicato nel 2012, il libro accosta le vicende di una famiglia cabila residente a Saint-Etienne a quelle di un’improbabile corsa elettorale: a sfidare Sarkò al ballottaggio per le presidenziali è Idder Chaouch, il candidato anti-sistema di origini algerine. Continua a leggere La Francia in chiaroscuro: “I selvaggi”, di Sabri Louatah

La fattoria degli animali

Gli animali della Fattoria Padronale sognano una nuova età dell’oro senza uomini né lavori forzati. A guidare la cacciata del signor Jones, il fattore corrotto dall’alcol, sono i maiali. Due di loro, Napoleone e Palla di Neve, riorganizzano il lavoro alla fattoria e fissano le regole dell’Animalismo, il cui principio cardine è che gli animali sono uguali. Col passare del tempo, però, l’uguaglianza viene meno. Con il pretesto di scongiurare il ritorno del signor Jones, Napoleone instaura una piccola ma crudele dittatura Continua a leggere La fattoria degli animali

Senza amare andare sul mare

Quaranta persone si incontrano su una nave da crociera, la Tituba. Non si conoscono, non ricordano come sono finiti in alto mare, né sanno se la navigazione avrà mai fine. Man mano che raccontano le loro storie, rivelano collegamenti più o meno importanti tra di loro. Ma col passare del tempo cresce anche un clima di sospetto, tanto tra i viaggiatori quanto nei confronti dell’equipaggio. Qualcuno sa, deve sapere, che razza di scherzo sia la crociera all inclusive senza approdi. Chi finge e chi è sincero? Continua a leggere Senza amare andare sul mare

Dall’Eritrea all’Italia: cosa non è cambiato nel sistema di accoglienza di migranti e rifugiati. Il racconto di Padre Mussie Zerai

Quando la sua storia inizia, don Zerai è un sacerdote che non può spegnere il telefono nemmeno di notte: è diventato il punto di riferimento di una massa infinita di migranti, diretti via mare verso l’Italia. Di storie di viaggi e di morti ne abbiamo lette, sentite, viste fin troppe. Ci fanno ancora effetto? Probabilmente no. Forse vale la pena di scoprire cosa succede all’arrivo in Europa; il mare di marginalizzazione e indifferenza in cui molti rischiano di annegare Continua a leggere Dall’Eritrea all’Italia: cosa non è cambiato nel sistema di accoglienza di migranti e rifugiati. Il racconto di Padre Mussie Zerai