La guerra non ha un volto di donna

La produzione letteraria di Svetlana Aleksievič si apre con una cronaca della seconda guerra mondiale delle donne sovietiche: un conflitto non solo osservato, ma combattuto in prima linea al fianco degli uomini, partecipando a orrori e responsabilità. Quando nel 1976 la scrittrice iniziò le ricerche per La guerra non ha un volto di donna voleva scrivere un libro “tale da provocare nausea e repulsione” per la guerra. Continua a leggere La guerra non ha un volto di donna

Annunci